FERRARI TORNA AL COMANDO DEL MONDIALE MOTOE

FERRARI TORNA AL COMANDO DEL MONDIALE MOTOE

Matteo Ferrari torna a comandare la classifica del Campionato del Mondo MotoE grazie ad una vittoria e un terzo posto nel Gran Premio dell’Emilia Romagna sul circuito di Misano.

Il pilota di Rimini è stato assoluto protagonista di entrambi i weekend sul circuito di Misano, dove è riuscito a tornare in testa al Campionato con 4 punti di vantaggio su lo svizzero Dominique Aegerter e 7 punto su lo spagnolo Jordi Torres.

In Gara 1 sabato il numero 11 del Team Trentino Gresini è stato al comando per tutta la gara, ma ha subito l’attacco di Aegerter a tre curve dal traguardo. Oltre al danno di aver perso la posizione a favore di Aegerter, Ferrari ha subito una penalità per essere passato fuori dai limiti della pista, classificandosi quindi terzo alle spalle di Torres. 

Gara 2 di domenica ha visto invece Ferrari attaccare da subito per portarsi al comando, con l’unico obiettivo di portare a casa la vittoria e recuperare lo svantaggio in classifica generale. 

Tutto è andato secondo i piani e Ferrari ha imposto il suo ritmo insostenibile per gli avversari, che gli è valsa la conquista della seconda vittoria stagionale, sempre sul circuito di Misano. 

Con la caduta di Aegerter, centrato dall’italiano Tommaso Marcon, il Campionato resta aperto e tutto si deciderà nelle ultime due gare sul circuito di Le Mans, in Francia, il 10 e l’11 ottobre.

 

La parola a Matteo dopo GARA 1:

Ho fatto tutta la gara davanti con un gran ritmo… Purtroppo ho perso una posizione nell’ultimo giro e sono andato sul verde poco prima del traguardo. Si tratta di un terzo posto un po’ deludente in ottica Campionato, ma domani partiamo nuovamente dalla prima fila e ci sono ancora due gare da qui alla fine della stagione. Dovremmo sfruttare tutte le occasioni che avremo. 

 

La parola a Matteo dopo GARA 2:

È stata dura, soprattutto all’inizio perchè Dominique è partito forte. Dopo il warm-up della MotoGP la pista aveva più grip e mi sentivo più a mio agio. Dopo la caduta di Aegerter ho continuato a tenere il mio passo ed è andata molto bene! Un ringraziamento va alla mia squadra e all’ottimo lavoro che hanno svolto. Oggi ero deciso a chiudere tutte le porte se fosse stato necessario.